Per offrirti un servizio su misura Farmacia Pasquino utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookie.  OK   Scopri di più

Angolo delle Offerte

Domenica, 05 Dicembre 2021


45832854 visite dal 06/11/2011


402858 utenti attivi

Spedizione GRATUITA
per ordini oltre i 50 €

SCONTO di Bentornato

Farmacia Pasquino

GYNOCANESTEN MONODOSE

BAYER
-23%
GYNOCANESTEN MONODOSE
  
Farmacia Pasquino eKomi Valutazione: 4.9 / 5
da 6.909 recensioni

Valutazione 4.9 / 5 da 6.909 recensioni

Prodotto da:

BAYER

11,51 € 11.51

Listino: 14,95 €

GYNOCANESTEN MONODOSE

1 CAPSULA VAGINALE

Gynocanesten monodose è una capsula molle indicata per il trattamento delle infezioni vaginali e degli organi genitali femminili, come per esempio la cura della candidosi.

La candidosi è una malattia molto comune, ovvero un’infezione della vagina causata da un fungo, la Candida albicans, che può colpire le donne in età fertile. La candidosi è meglio conosciuta come candida e colpisce nel momento in cui le nostre difese immunitarie sono più deboli e quindi la vagina diventa l’ambiente giusto per lo sviluppo della Candida albicans. Tra le maggiori cause che portano a questa infezione ci sono le terapie antibiotiche o l’uso di sistemi contraccettivi interni. Inoltre può essere causata anche da un’igiene intima eccessiva, lo stress, l’uso di biancheria sintetica. I sintomi e la manifestazione di questa infiammazione varia da donna a donna e per questo non sempre i sintomi sono gli stessi. Tra quelli più comuni ci sono:

  • Prurito e bruciore delle parti intime
  • Dolore alla vulva
  • Gonfiore lieve delle labbra vaginali
  • Perdite piuttosto dense di colore biancastro

Ci possono poi essere anche:

  • Dolore durante un rapporto sessuale
  • Dolore durante la minzione
  • Cute lesionata attorno alla vulva
  • Ulcerazioni nell’area vaginale

Il contagio di questa infezione non avviene per trasmissione sessuale, ma è necessario fare attenzione ai rapporti sessuali in quanto è possibile passarsi l’infezione, questo perché anche gli uomini possono soffrire di candidosi. Spesso però la candidosi viene confusa con un’altra malattia, ovvero la vaginosi batterica. La differenza è che quest’ultima è causata da batteri, come la Gardnerella vaginalis, che si manifesta con un’alterazione del pH vaginale e della flora batterica buona. Un’altra differenza è che nel caso di vaginosi batterica non c’è dolore o irritazione, ma l’unico sintomo è la presenza di secrezioni dense di colore grigio-biancastro che hanno un odore sgradevole di pesce, oppure delle perdite acquose. Le perdite della candidosi invece non hanno odore. Per questo è bene consultare un ginecologo in quanto la cura delle due infezioni è diversa tra di loro e quindi è bene capirne prima la causa.

La cura della candidosi si risolve in breve tempo con un trattamento adeguato con antimicotici come Gynocanesten, a base di clotrimazolo, appunto un antimicotico, ovvero quei farmaci che agiscono contro le infezioni provocate da funghi. La particolarità di questo prodotto sta nella monodose, ovvero è un prodotto pensato per la cura della candidosi in un solo trattamento mirato, andando a garantire la guarigione con un’azione locale. A volte, quando la candidosi è frequente e si presenta più volte nell’arco dell’anno, bisogna fare un trattamento orale in concomitanza con quello locale, come quello offerto dal prodotto della Bayer. In questi casi è sempre bene fare attenzione alla prevenzione in modo da evitare problemi.

In primis c’è sempre l’attenzione all’alimentazione che deve essere sana ed equilibrata, povera di zuccheri semplici. Inoltre per cercare di non incorrere in infezioni è bene utilizzare biancheria di cotone tralasciando i tessuti sintetici, andando a cambiare frequentemente gli assorbenti.


Indicazioni

Trattamento di infezioni della vagina e degli organi genitali femminili esterni causate da microrganismi sensibili al clotrimazolo come i miceti (di solito Candida).

Controindicazioni

Ipersensibilità al clotrimazolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

Posologia

Posologia Adulti e adolescenti dai 16 anni in su Una capsula molle vaginale inserita in profondità nella vagina come dose singola la sera. Se non ci sono miglioramenti dopo 7 giorni, la paziente deve consultare un medico. Adolescenti di 12-15 anni di età Negli adolescenti sotto i 16 anni, Gyno-Canesten monodose capsula molle vaginale deve essere utilizzato solo dopo aver consultato il medico. Se prescritto in questa popolazione (in pazienti post-menarca), la posologia raccomandata è la stessa degli adulti. Popolazione pediatrica La sicurezza e l’efficacia nelle bambine di età inferiore a 12 anni non sono state stabilite. Modo di somministrazione Una capsula molle vaginale inserita in profondità nella vagina come dose singola la sera. La capsula molle vaginale va inserita il più profondamente possibile nella vagina con l’applicatore incluso nella confezione. Durante la gravidanza si deve inserire con un dito la capsula molle vaginale nella vagina, senza l’applicatore, per evitare lesioni a carico della cervice uterina. Il trattamento con Gyno-Canesten monodose 500 mg capsula molle vaginale non va effettuato durante il periodo mestruale. Il trattamento deve essere terminato prima dell’inizio delle mestruazioni. Il partner deve sottoporsi a un trattamento locale se presenta sintomi come prurito, infiammazione.

Avvertenze

La paziente deve rivolgersi al medico se: · è la prima volta che ha un’infezione vaginale; · ha infezioni ricorrenti, almeno quattro infezioni durante l’anno precedente; · ha febbre (≥ 38 °C); · ha dolore alla parte inferiore dell’addome, mal di schiena; · ha perdite vaginali maleodoranti; · ha nausea; · ha un’emorragia vaginale e/o ha contemporaneamente dolore alle spalle. Assorbenti interni, lavande vaginali, spermicidi o altri prodotti per uso vaginale non vanno usati in concomitanza con questo prodotto. Durante l’uso di Gyno-Canesten monodose 500 mg capsula molle vaginale vanno evitati i rapporti sessuali, perché l’infezione potrebbe essere trasmessa al partner. L’efficacia e l’affidabilità dei contraccettivi in lattice come preservativi e diaframmi può essere ridotta. Le capsule molli vaginali non devono essere deglutite.

Interazioni

L’impiego contemporaneo di clotrimazolo somministrato per via vaginale e tacrolimus somministrato per via orale (FK-506, farmaco immunosoppressore) può portare a un aumento delle concentrazioni di tacrolimus nel plasma. Lo stesso avviene con il farmaco immunosoppressore sirolimus. Quindi i pazienti che assumono tacrolimus o sirolimus devono essere attentamente monitorati per osservare eventuali sintomi da sovradosaggio se necessario mediante determinazione delle rispettive concentrazioni plasmatiche. Il clotrimazolo è un inibitore moderato dell’isoenzima microsomiale epatico CYP3A4, e un debole inibitore dell’isoenzima CYP2C9. Il 3-10% della dose vaginale locale di clotrimazolo viene assorbito nella circolazione sistemica, cosa che può avere un effetto sulle concentrazioni dei farmaci metabolizzati tramite l’isoenzima CYP3A4 in particolare, aumentando potenzialmente le concentrazioni plasmatiche di questi farmaci quando usati contemporaneamente. Poiché l’effetto sull’isoenzima CYP2C9 è scarso, e solo una piccola parte del clotrimazolo somministrato localmente è assorbita nella circolazione sistemica, l’effetto del clotrimazolo sulle concentrazioni dei farmaci metabolizzati tramite l’isoenzima CYP2C9 è modesto. Pertanto, per via dell’assorbimento molto basso del clotrimazolo dopo l’applicazione vaginale soprattutto di una dose da 500 mg, è improbabile che il clotrimazolo applicato per via intravaginale determini interazioni farmacologiche clinicamente significative.

Effetti Indesiderati
Classificazione per sistemi e organi Comune (≥1/100 a < 1/10) Non comune (≥1/1000 a < 1/100) Raro (≥1/10.000 a < 1/1000)
Patologie gastrointestinali   dolore addominale  
Disturbi del sistema immunitario     reazioni allergiche
Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella bruciore Prurito (sensazione di prurito) eritema/irritazione edema esantema della cute emorragia vaginale

Le seguenti reazioni avverse sono state individuate durante l’uso post-autorizzativo del clotrimazolo: dal momento che queste reazioni vengono segnalate volontariamente da una popolazione di dimensioni incerte, non è sempre possibile stimarne in modo affidabile la frequenza, cioè la frequenza è: non nota. Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella: desquamazione dell’area genitale, sensazione di disagio, dolore pelvico. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Gravidanza

Gravidanza I dati sull’uso di clotrimazolo nelle donne in gravidanza sono limitati. Gli studi sull’animale non indicano effetti nocivi diretti o indiretti in termini di tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). In via precauzionale, è preferibile evitare l’impiego del clotrimazolo durante il primo trimestre di gravidanza. Durante la gravidanza l’applicatore non deve essere utilizzato (vedere paragrafo 4.2). Se il trattamento è considerato necessario durante la gravidanza, deve essere effettuato con capsule molli vaginali di clotrimazolo in quanto è possibile inserirle senza applicatore. Il canale del parto va tenuto pulito in particolare durante le ultime 4-6 settimane di gravidanza. Allattamento Durante il trattamento locale solo quantità minime di clotrimazolo vengono assorbite nella circolazione sanguigna, ma dal momento che gli studi clinici non hanno definito l’escrezione di questo farmaco nel latte materno, si raccomanda in via precauzionale di interrompere l’allattamento durante il trattamento. Fertilità Non sono stati condotti studi sull’uomo relativamente agli effetti del clotrimazolo sulla fertilità. Tuttavia, gli studi sull’animale non hanno dimostrato alcun effetto del farmaco sulla fertilità.

Codice AIC: 043850015

Prodotto valutato 4.28 / 5 da 225 utenti

Valuta il prodotto:            

GYNOCANESTEN MONODOSE opinioni o recensioni

Hai dubbi o domande? Scrivici, ti risponderemo molto rapidamente!

ACCEDI per fare una domanda o dire la tua opinione su questo prodotto!

Il prodotto non è stato ancora recensito. Scrivi per primo un commento o, se hai dubbi, fai una domanda.

La Farmacia Pasquino ti consiglia

 

Spedizioni GRATUITE per ordini oltre i 50 €

 

Non trovi un prodotto?
Richiedilo qui

XLS MEDICAL in offerta
Offerta Supradyn
Farmacia Pasquino
C.so Italia, 24/a - 13039 Trino (VC)

tel: +39 0161 1740629
Assistenza telefonica da Lunedì a Venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00

Mail: info@farmaciapasquino.it
P.Iva IT02687080024

Assistenza Farmacia Pasquino su WhatsApp 339 3822353

Realizzato da Ma2.it Web
Piattaforma eCom



Farmadati Italia Srl
Presente su TrovaPrezzi

Realizzato da Ma2.it Web
Piattaforma eCom